Le Gerarchie complete degli Spiriti Celesti – PT. 2

58

VIRTU’ CELESTI

( IIø GERARCHIA – VIø CORO )

ANAEL

L’Angelo della Purezza.
Giorno dell’evocazione: 7 maggio.
Pentacolo, da tracciare con la massima cura, di colore rosa.

Anael, Principe delle Virtù Celesti, Angelo della Purezza; Un Essere composto di sola luce
immacolata, una luce inconcepibile ai nostri limitati sensi umani! Una luce che, nei suoi sfavillii, tende ad assumere dei vaghi, sognanti connotati umani, all’interno del pentacolo che per primi abbiamo usato.

L’evocazione di Anael riesce molto meglio nei fanciulli, alle persone ingenue, incolte, a coloro che hanno ancora molto forte il senso della caduta e delle conseguenze del Peccato. Anael È come un soffio balsamico, medicamentoso; rispettate e venerate a lungo il luogo dove Egli avrà la benignità di mostrarsi per qualche breve attimo!

EVOCAZIONE
Anael,
ascolta il nostro pianto,
Anael,
raccogli le nostre lacrime,
Anael,
rimescola l’aria conturbante!
Uniti sotto l’ala della luce,
divisi dentro le tenebre oscure,
rinati per volontà dell’Angelo!

ORPHAR

Angelo del Sonno e della Notte.
Giorno dell’evocazione: 28 settembre.
Pentacolo, da tracciarsi con qualunque colore chiaro.

Quante volte, prima di cadere in preda al sonno, avete pensato: chissà se domani mi risveglierò ancora? Quante volte, al calar della notte, siete stati scossi da un brivido di naturale terrore? Orphar è la virtù che protegge i nostri sonni, le nostre notti. La sua vigilanza impedisce agli Spiriti Malvagi di entrare nei corpi indifesi dei dormienti per farne scempio.

La sua protezione induce i corpi a fuggire le tentazioni mostruose della notte. Certo, non bisogna evocare Orphar solo per delle sciocchezze, dei falsi timori, ma solo in casi di estrema gravità: succubato, incubato, eccetera. Nell’invocazione bisogna avere il coraggio di mettersi a nudo di fronte e Lui.

INVOCAZIONE
Angelo dal fonema inudibile,
scendi dal cielo,
osservaci,
tra le miserie del corpo,
nell’agonia del sesso,
il pericolo di morte!
Tuo È il sonno e la notte,
tua la luce perenne,
da sempre e per sempre.

 

GERUDIEL

Angelo della Regolarità.
Giorno dell’evocazione: 31 agosto.
Pentacolo, da tracciare con materie grasse, sterili.

Gerudiel appartiene alla ristrettissima schiera degli Angeli che, per una ragione o per l’altra, non compaiono quasi mai, alle evocazioni loro rivolte; Gerudiel, come Virtù Celeste delle Regolarità dovrebbe costituire un caso a parte, ma non è così semplice. Piuttosto è il caso di dire che mai come in questa sede ci è capitato di essere espliciti al riguardo; infatti esiste una vecchia casistica, che farebbe pensare a tutt’altri scopi.

Ma, evidentemente, non ci è concesso di dire nulla di più, e di questo, che non se ne faccia una colpa, proprio a noi! Annotiamo solo che durante l’evocazione bisogna veramente essere pronti a tutto.

EVOCAZIONE
L’Urto del testimone
È la misura dell’ascesa.
Gerudiel immenso e chiaro,
Angelo, fede, speranza!
Urto del testimone!
Misura dell’ascesa!
Gerudiel! Gerudiel!

CHIHLOEL

L’Angelo della Calma Difficile.
Giorno dell’evocazione: 10 marzo.
Pentacolo, nel tracciarlo, avere la massima cura nei minimi dettagli dell’iscrizione contenuta
all’interno del cerchio, composto con colori chiari qualsiasi.

Chihloel è la Virtù da invocare nei casi veramente difficili, quando cioè occorre veramente sangue freddo per poter far fronte a delle situazioni disperate, in cui occorre mantenersi costantemente in equilibrio lungo il filo di una scansione di cui è dato di vedere l’inizio ma non la fine.

La Conoscenza è per Chihloel nient’altro che l’esatta dismisura rivelata dell’arte difficile per noi. Nella preghiera bisogna esternare tutto il nostro amore per lo Spirito Celeste, anche se è difficile conservare almeno in parte le cosmiche armonie in certi frangenti dolorosi.

PREGHIERA
Chihloel pietoso,
Chihloel misericordioso,
torre di guardia,
in sintonia con l’Essere!
(ripetere sette volte)




SILOEL

Il Principe dell’Energia.
Giorno dell’evocazione: 29 aprile.
Pentacolo, da tracciarsi con colore giallo brillante.

Temete la forza di Dio! Siloel è la Virtù della sua Energia, il Principe della potenza perenne,
imperitura. Siloel dona forza e potenza a coloro che avranno il coraggio di guardarlo con umiltà, senza orgoglio e terrore dell’evocazione; poiché è vero che l’aspetto di Siloel è terribile, la sua bellezza è talmente sconvolgente da far rabbrividire i sensi.

È altrettanto vero che mai nessuno Spirito Celeste ha causato alcun danno all’uomo, per sua propria scelta. Durante l’evocazione, stare umili, bassi, composti, cercando di sgombrare dalla mente e dall’anima tutti oi pensieri che non siano buoni, le cose vacue e malvage.

PREGHIERA
Oh Energia acrobatica
piroclasta ineffabile
piscina della potenza
probatica nella forza
Siloel!
Siloel!
Siloel!
Siloel! (in crescendo)
A te volgiamo il capo.

LEVONAEL

L’Angelo del canto di Mariam.
Giorno dell’evocazione: 31 maggio.
Pentacolo, da tracciare con colore argenteo, materie grasse.

L’Angelo del canto di Mariam; la Virtù della consolazione, la musica della solitudine, il fiore dei giardini detti Elisi. Questa Virtù è talmente pura, talmente eterea, come un profumo o una leggera brezza calda, che solo le anime semplici possono godere della sua presenza, che è costante e bellissima. Levonael, però, non sempre compare alle evocazioni.

EVOCAZIONE
Divino Levonael,
concedi il privilegio
per noi peccatori
dell’assistenza
su questa terra;
tu che vieni
dal Regno
delle cose
Immutabili.

HAMALIEL

L’Angelo della dolcezza di Dio.
Giorno dell’evocazione: 13 luglio.
Pentacolo, da tracciare con qualsiasi colore e materia.

Hamaliel È un altro dei pochissimi Angeli di cui si sa poco o nulla. Saapiamo che il suo aspetto assomiglia vagamente a quello di un uccello favoloso, bellissimo, e sembra che la sua evocazione corriponda a uno stato d’animo estremamente dolce e raro da verificarsi. D’altronde, l’esecuzione del pentacolo richiede non poche difficoltà, per centrare esattamente la giusta misura, su cui possiamo fare solo esperienze dirette, certamente dopo pratiche molto lunghe.

PREGHIERA
Hamaliel,
ascolta la verità,
rispondi alle domande,
poiché noi ti invochiamo,
nel nome del Sesto Coro
sotto il Segno Sublime
del sangue divino versato
nel firmamento Eggregore
del tutto in uno e uno in tutto.

MANUHEL

L’aiuto della lotta inevitabile.
Giorno dell’evocazione: 15 luglio.
Pentacolo, da tracciare con la massima cura, in rosso.

Cosa vuol dire l’opera di Manuhel, l’aiuto della lotta inevitabile? Vi sono cose più forti di noi, cose che prima o poi, necessariamente, dobbiamo affrontare per sconfiggerle, oppure per sottometterci definitivamente.

Manuhel fornisce il necessario soccorso nel combattimento ulteriore, il suo tocco dà la volontà e la potenza, nella lotta che indebolisce e confonde. Il suo apsetto È come di una meteora sfavillante di gemme, gemme quali occhi dell’uomo non hanno mai visto.

INVOCAZIONE
Ho rifiutato il Segno della Bestia
e le mie mani sono scandalosamente
pure e bianche come il lavacro del
Signore che per me si sacrificò in
lode della rigenerazione dell’uomo,
Manuhel,
Manuhel,
Manuhel,
Manuhel……




OMBAEL

L’Angelo della vocazione materna.
Giorno dell’evocazione: 13 agosto.
Pentacolo, da tracciare con i propri effluvi dolorosi.

Ombael è la Virtù Celeste che aiuta e protegge tutte coloro che sentono fortemente la vocazione alla maternità, in qualunque stato ed età. Coloro che non possono avere figli troveranno un enorme conforto spirituale nella preghiera rivolta al divino Ombael, mentre coloro che possono, verranno agevolate e protette stabilmente per tutto il periodo di gestazione.

Ombael è bianco, immenso, impalpabile, etereo come una passione; risponde sempre alle preghiere sincere rivolte al suo nome.

PREGHIERA
A te rivolgiamo
le nostre preghiere
il soffio del mantice
e la gloria del Senso
Ombael
protettore della vita
che si estende in ogni dove
Ombael
Angelo divino del Signore
preghiera della sera dolorosa.

LECHITIEL

Il Principe del Discernimento.
Giorno dell’evocazione: 9 ottobre.
Pentacolo, da tracciare con la massima cura, a più colori.

Quali sono imezzi del discernimento? Quali i metodi per distinguere il bene dal male? Lechitiel lo sa, Lechitiel conosce le porte e tutto ciò che si trova dietro alle stesse.

PREGHIERA
La prima Porta si apre:
Lechitiel, indicami il bene!
La seconda Porta si apre:
Lechitiel, indicami il male!
La terza Porta si apre:
ecco l’Angelo che compare.
Signore della flussione,
energia radiante dell’essere!
Degnati di apparire a noi!

ZURAEL

L’Angelo delle piccole cose.
Giorno dell’evocazione: 5 ottobre.
Pentacolo da tracciare color grigio argento.

A volte ci occorre un po’ di aiuto dai nostri fratelli, a volte desideriamo la comprensione d’un amico, e il cantico dell’Essere; sono quelli i momenti in cui bisogna invocare il divino Zurael, l’Angelo delle piccole cose, a cui niente è ignoto. Consigliamo l’evocazione di Zurael a coloro che hanno smarrito oggetti cari e non riescono più a trovarli, a coloro che desiderano conforto nel sostentamento delle loro virtù, inoltre a tutti i deboli e i diseredati.

EVOCAZIONE
Zurael,
seme di vita,
ecco i tuoi servi….
(ripetere tre volte)




BARAKIEL

L’Angelo del Coraggio.
Giorno dell’evocazione: 3 giugno.
Pentacolo, da tracciarsi di colore neutro, con estrema cura.

Mirabile cosa è il volere di Dio! la Virtù Celeste del Coraggio viene a noi con il suo aspetto di Fiamma ardente, policroma; suo è il potere divino dell’incentivazione alla perseveranza e la forza. Angelo del Coraggio! Invochiamolo con ardore, e le sue grazie non tarderanno ad arrivare a segno.

Durante l’evocazione è consigliabile vestirsi completamente di bianco, oppure rimanere nudi, in perfetta umiltà.

EVOCAZIONE
Dal mondo tenebroso
dove le lacrime nere
piangono il sangue versato
noi invochiamo Barakiel
Angelo del Coraggio
Angelo del Signore
prega
finchÈ sorgerà l’alba
del nuovo giorno
di Dio.

OHRIEL

Principe della paziente forza d’animo.
Giorno dell’evocazione: 16 febbraio.
Pentacolo, da tracciare con qualsiasi colore e materia.

Miracolo continuo e visibile della forza d’animo: Ohriel…Il suo aspetto è come di una colonna bianca di marmo circondata da fiamme bianche e celesti, su cui si librano volti mutevoli in eterna contemplazione del volto del Signore. Le Rivelazioni saranno proficue! Pregare non una, ma dieci, cento volte!

In occasione di scelte importanti, decisioni drastiche, il paterno consiglio del paziente, potentissimo Ohriel è quanto di meglio possa sperare un miserabile essere umano in preda ai dubbi.

PREGHIERA
Ohriel, Ohriel,
Angelo tra gli Angeli,
Prigioniero d’Amore!
Il mio Pentacolo
È ben misera cosa
per ospitare la tua Grandezza,
ma la nostra fede È grande,
come le stelle nel cielo (ripetere).

AZARIEL

Colui che alza il velo di Mariam
giorno dell’evocazione: 26 febbraio.
Pentacolo, da tracciarsi con colore marrone e rosso alternato.

Chi ha mai alzato il velo di Mariam? Azariel conosce la verità, la pietà è una cosa sola in lui, la rivelazione ultima della sera sulla quarta soglia. Tutto questo È musica; non siamo autorizzati a rivelare di più. Ora, quindi, non resta che affidarsi alla potenza stessa del Pentacolo sotto tracciato.




INVOCAZIONE
Tutti cercano la verità
ha ciascuno la sua via
per ritrovare il Segno
nella tristizia dei Tempi
ciò che il Rivelato dispone
ciò che la carne non propone
ed il Divino divenire!
Azariel, compari!

EZECHIEL

Il Fedele.
Giorno dell’evocazione: 2 ottobre (evitare, in caso di tempesta o altra calamità naturali).
Pentacolo, da tracciare con materie sostanzialmente sterili.

Chi può conoscere la verità su Ezechiel? Sulle sue lotte contro i demoni menzogneri, per il trionfo della verità? Ezechiel ci appare in tutta la sua gloria, circonfuso di un alone di caligine dorata….

La sua fedeltà è viva, inconcussa, in termini tali da poter supporre una sua segreta connivenza con il Maestro dei Maestri, il dententore delle Sette Porte…
Un divino Amore è irradiato da Ezechiel: evochiamolo con fiducia, e i nostri cuori sarnno riempiti di ineffabile gioia divina.

INVOCAZIONE
Fedele Ezechiel,
sollecitiamo il tuo volto,
la presenza della salvezza
il carme consolare
e la punizione dei rei!
Tu che puoi!
Tu che sei!
Ezechiel!
Vieni!

NARIEL

Il Principe della Consolazione.
Giorno dell’evocazione: 30 agosto.
Pentacolo, da tracciare di colore nero, comunque molto scuro.

Quante volte, nel cupo delirio inespresso del dolore, abbiamo sentito vicino a noi una presenza consolatrice, un raggio di tenebre nelle buie tenebre della disperazione! È la presenza dolce di Nariel, il Principe della Consolazione, Virtù Celeste umile e stupenda.

È opportuno ricorrere a Nariel solo in occasione di dolori sinceri, vivi come guaina di fuoco. Il dolore offerto in espiazione del male formerà una catena dolce che ci riannoderà al nostro caro Angelo, per sempre.

PREGHIERA
La sofferenza è pura
come le lacrime di Nariel;
la sofferenza è rara
come le prehiere di Nariel;
pianti dell’Officina Mirabile!
Ecco la febbre d’Amore che viene,
nell’ora eterna che passa,
sesta classe nei Cieli!
Preghiera! Preghiera!
ora e sempre con noi! (ripetere 6 volte).




HENAEL

L’Angelo dell’Avvertimento.
Giorno dell’evocazione: 22 febbraio.
Pentacolo, da tracciare con la massima cura possibile.

Come sa essere tenace pervicace l’operato altissimo di Dio! Questo dicono tutti i testi consultati a cui bisogna conceder fede. I Profeti annunciano sventure: Henael annuncia giorni lieti. La passione delle ore si tinge di speranza.

L’aspetto di questa virtù è quello di una giovinetta ammonitrice, il volto composto in un geroglifico impronunciabile, suono bronzeo di una catastrofe soltanto rinviata. Questo è il segno di Henael, Angelo dell’Avvertimento: ed il Pentacolo È il suo sintagma presente nell’inespressione Suprema. Invocatelo ora!

INVOCAZIONE
Tutte le nostre forze,
tutta la nostra intelligenza,
non È nulla in confronto all’avvento,
non È niente in rispetto all’avvento!
Henael!…Henael!…Henael!…Henael!




MATHUSIEL

Il Principe della Vittoria.
Giorno dell’evocazione: 31 gennaio.
Pentacolo, da tracciare con i propri effluvi dolorosi in rosso.

Mathusiel ha una grande sollecitudine nell’apparire alle chimate; È una Forza che corrisponde in misura inversamente proporzionale agli stimoli di Salvezza presenti in quel limbo delle menti che i pochi conoscitori prudentemente chiamano col nome di Vuèhidth (trasformazione della vita interiore).

Principe della Vittoria! Egli ci guida sul retto sentiero. La sua invocazione, da sola basta ad assicurare la pace.

INVOCAZIONE
Il sentiero di Cristallo
È luce nella Galassia
dove passano gli Angeli
diretti alle Porte
delle Nuove terre.
Ecco che giunge Mathusiel
Principe della Vittoria
araldo della pace divina
sterminatore dei falsi!

TANAEL

L’Angelo dei bimbi.
Giorno dell’evocazione: 9 settembre.
Pentacolo, da tracciare con colore bianco argenteo.

Ultimo delle Virtù Celesti, Tanael È generalmente considerato l’Angelo protettore dei bimbi (non dei neonati, però). Per qualsiasi cosa a questo proposito, si può contare sul suo dolce influsso benefico. L’aspetto di Tanael è mutevole e non sempre riconoscibile, ma i bimbi sanno individuarlo molto bene, e alcuni possono scorgerlo e parlargli, senza neanche ricorrere a questa preghiera!

PREGHIERA
Per le ragioni che non conosciamo,
per le porte che attraverseremo,
il tuo nome invochiamo,
e l’Angelo pregheremo!
Tanael,
Angelo dei bimbi,
concedici la grazia
del tuo bianco calore!

CONTINUA A LEGGERE LA III GERARCHIA
VII CORO: Principati
VIII CORO: Arcangeli
IX CORO: Angeli
PRINCIPATI
( III GERARCHIA – VII CORO )

Le Gerarchie complete degli Spiriti Celesti – PT. 2

Le Gerarchie complete degli Spiriti Celesti – PT. 3