Il pilota tedesco che scambiò la Gran Bretagna per la Francia

In uno dei più grandi momenti della seconda guerra mondiale, un pilota tedesco scambiò la Gran Bretagna per la Francia nel 1942 e atterrò in un aeroporto britannico. Ciò portò la Royal Air Force con l'allora caccia più avanzato della Germania, a riesaminare i suoi punti di forza e di debolezza a piacimento.

95

Il pilota tedesco che scambiò la Gran Bretagna per la Francia . Quando il Focke-Wulf Fw 190 della Luftwaffe fece il suo debutto operativo per la prima volta in Francia nell’agosto 1941, fu una spiacevole sorpresa per la RAF. Fatta eccezione per il raggio di virata, il nuovo caccia tedesco era superiore in quasi tutti i sensi al principale caccia in prima linea della RAF all’epoca, lo Spitfire Mk. V. Soprattutto durante i combattimenti aerei a bassa e media altitudine.

L’Fw 190 conquistò superiorità aerea della RAF per quasi un anno, fino all’introduzione dello Spitfire Mk ampiamente migliorato.

IX nel luglio 1942, ripristinò la parità. Nel frattempo, gli inglesi cercavano disperatamente di mettere le mani su un Fw 190 per esaminare cosa lo facesse funzionare e capire come contrastarlo al meglio.

Consapevole di ciò, la Luftwaffe proibì ai suoi piloti Fw 190 di sorvolare la Gran Bretagna, per non essere abbattuti e dare agli inglesi l’opportunità di ispezionare il relitto. Poi uno dei momenti più grandiosi di un pilota della seconda guerra mondiale consegnò un Fw 190 in ottime condizioni direttamente nelle mani della RAF.

Il combattente tedesco che colse di sorpresa gli inglesi, atterrò per errore nel loro aeroporto consegnando il tanto temuto velivolo da combattimento.

Le probabilità che un nemico ti doni una delle sue armi più avanzate sono piuttosto scarse. Eppure questo è esattamente ciò che fece l’ Oberleutnant Armin Faber nell’estate del 1942, quando atterrò con il suo Fw 190A-3 in un aeroporto della RAF in Gran Bretagna, scambiandolo per un aeroporto tedesco in Francia.

In aggiunta al suo imbarazzo, Faber aveva solo di recente consegnato ordini scritti dal capo della Luftwaffe Goering, che proibiva ai piloti Fw 190 di attraversare la Manica.

Il momento oops di Faber iniziò il 23 giugno 1942. Assegnato principalmente a compiti di scartoffie amministrative, chiese e ottenne un permesso speciale per condurre una missione di combattimento con uno squadrone Fw 190. Lo squadrone fu richiamato per intercettare i bombardieri britannici inviati ad attaccare la base di Faber, l’Aerodromo di Morlaix in Bretagna.

Gli Spitfire di scorta entrarono in un combattimento aereo con gli Fw 190 sul Canale della Manica, e durante quella mischia aerea, Faber rimase disorientato.

Armin Faber e i suoi compagni tedeschi ebbero la meglio sugli Spitfire, abbattendone sette per la perdita di soli due Fw 190. Durante il combattimento, Faber a Spitfire si mise alle calcagna di Faber. Per scrollarseli di dosso, volò a nord e finì nel Devon, in Inghilterra. Alla fine, Faber riuscì ad accendere e abbattere il combattente che lo inseguiva. A quel punto, era vicino al Canale di Bristol, a nord del Devon e lo separava dal Galles.

Faber era completamente disorientato dalla sua scampata fuga dallo Spitfire così scambiò il Canale di Bristol che separa il Devon dal Galles per il Canale della Manica che separa l’Inghilterra dalla Francia ed il nord per il sud.

Invece di volare a sud attraverso il Canale della Manica verso la Francia, volò a nord attraverso il Canale di Bristol fino al Galles.

Quando Armin Faber attraversò il Canale di Bristol nel Galles, pensò di aver attraversato la Manica e di essere tornato sulla Francia. Si girò verso il più vicino aeroporto, RAF Pembrey, ed eseguì un tiro per la vittoria per celebrare la sua vittoria aerea. Quindi abbassò le ruote e atterrò dolcemente davanti a stupiti osservatori britannici.

Afferrando l’unica arma a portata di mano, una pistola lanciarazzi, il pilota di servizio di Pembrey, un sergente di volo Jeffreys, saltò sull’ala dell’Fw 190 mentre Faber si fermava e fece prigioniero il pilota tedesco.

Rendendosi conto di quanto grosso avesse commesso, uno scoraggiato Faber tentò senza successo di uccidersi. Finì in un campo di prigionia in Canada. La RAF sfruttò appieno l’aereo che aveva regalato loro, l’unico caccia Fw 190 catturato intatto dagli Alleati durante la guerra. Fu pilotato da piloti britannici e valutato accuratamente per esaminarne i punti di forza e di debolezza. I risultati fornirono agli alleati informazioni preziose su come contrastare al meglio l’aereo che li aveva tormentati per così tanto tempo.

Leggi altri Errori Storici.