Bancarotta per diocesi cattolica di NY dopo azioni legali per abusi sessuali

95

Bancarotta per diocesi. È diventata la più grande diocesi degli Stati Uniti a presentare istanza di fallimento per il Capitolo 11.

Il vescovo Barres annuncia la decisione in un video. Dichiara che la diocesi non poteva permettersi di discutere tutti i casi di abuso sessuale.
“Ciò che è diventato chiaro è che la diocesi non sarebbe stata in grado di continuare a svolgere le sue missioni spirituali, caritatevoli ed educative se avesse continuato a farsi carico dell’onere sempre più pesante delle spese legali associate a questi casi”, ha detto Barres nel video.



Il vescovo ha detto che la pandemia COVID-19 “aggrava” il costo finanziario del contenzioso.

“Il nostro obiettivo è garantire che tutte le vittime di abusi sessuali del clero e non solo alcuni che sono stati i primi a intentare un’azione legale ricevano un risarcimento giusto ed equo”, ha aggiunto.

Barres afferma che il programma di riconciliazione, avviato nel 2017, ha ricompensato circa 320 sopravvissuti ad abusi sessuali da parte del clero. Dice che ha “impoverito” i finanziamenti della diocesi.

Il vescovo ha detto che i ministeri della diocesi continueranno e i dipendenti riceveranno il loro salario regolare. Aggiunge che parrocchie e scuole sono entità legali separate e “dovrebbero continuare normalmente”.

“Lavoreremo diligentemente con tutti i sopravvissuti, creditori e ministeri per mantenere una comunicazione aperta. Lavoriamo verso il nostro obiettivo di un accordo e un piano di ristrutturazione. Include una risoluzione completa per i sopravvissuti che soffrono”. ha detto Barres nel video.





Le oltre 200 cause legali arrivano dopo che New York ha approvato il Child Victims Act, che ha aperto una finestra di un anno per le vittime di abusi sessuali su minori di qualsiasi età per perseguire un caso. La legge approvata lo scorso anno aumenta l’età massima di denuncia degli abusi sessuali. Su minori da 23 a 28 nei casi penali e fino a 55 nei casi civili, ha riferito la CNN.

Il Rockville-Center serve più di 1,4milioni di persone, rendendola l’ottava diocesi più grande degli Stati Uniti.

All’inizio di quest’anno, anche la diocesi cattolica di Buffalo ha presentato istanza di protezione federale contro il fallimento poiché deve affrontare 250 cause per abusi sessuali.

Bancarotta per diocesi