20 canzoni che sono state vietate nella storia

Questi canzoni sono state vietate nel corso della storia discografica per contenuti che oggi consideriamo davvero futili, bizzarri e bigotti…

1 Jane Birkin and Serge Gainsbourg – Je T’aime

Per Riferimenti sessuali

2 Sex Pistols – God Save The Queen

Per Anti monarchia

3 Paul McCartney and Wings – Hi Hi Hi

Riferimenti a droghe e contenuti sessuali espliciti 

4 The Dead Kennedys – Too Drunk To Fuck

Per Uso della parola F!

5 Frankie Goes To Hollywood – Relax

Per Riferimenti sessuali

6 Troggs – I Can’t Control Myself

Motivazione: Il cantante Reg Presley suona come qualcuno che raggiunge l’orgasmo

7 Rolling Stones – Lets Spend The Night Together

Per: Promiscuità promossa

8 Cliff Richard – Honky Tonk Angel

Motivazione: Nessuno ha detto a Cliff che un angelo di Honky Tonk fosse una prostituta

9 George Michael – I Want Your Sex

Per Riferimenti sessuali

10 Paul Simon – Kodachrome

Per Pubblicità occulta 😀

11 Judge Dread – various records, Big 6, Big 7 etc

Per Contenuto sessuale

12 Monty Python’s ‘Always Look On The Bright Side Of Life’

Per Testi… quali… “La vita è un pezzo di merda…”

13 The Au Pairs – Come Again

Per riferimenti ad orgasmo

14 The Stranglers – Peaches

Per contenuti sessuali

15 The Kinks – Lola

Per Citata Coca-Cola, poi cambiata in Cherry Cola

16 Pink Floyd – It Would Be So Nice

Per: I testi hanno menzionato il quotidiano The Evening Standard

17 Donna Summer – Love To Love You

Per: Gemiti e respiro affannoso

18 Paul McCartney – Give Ireland Back To The Irish

E l’unico in questa lista ancora non su Spotify!

19 Tom Petty – You Don’t Know How It Feels

Motivazione: Aveva la frase’facciamo un’altra canna’

20 Dr Hook & the Medicine Show – Cover Of The Rolling Stone

Per Pubblicità non autorizzata